SOGNI e IMMAGINAZIONE

SOGNI e IMMAGINAZIONE
Divagazioni di sogni e parole in salsa d'immaginazione

giovedì 3 luglio 2014

BLOGGER ⇒ Ottimizzare i Post e Personalizzare le Preferenze di Ricerca per SEO

Come Personalizzare il vostro Blog

Il Team di Blogger non ha ancora completamente messo a punto una nuova funzionalità che subito ne introduce un'altra. 
I commenti nidificati hanno ancora dei bug come la data e l'orail redirect verso i domini locali sta provocando non poche lamentele e quelli di Blogger introducono nuove funzionalità che per dirla tutta sono davvero interessantissime.

Ne dà notizia Blogger Buzz in un post:

Gli utenti di Blogger si sono spesso lamentati di non poter configurare completamente l'aspetto SEO del loro blog in quanto non era possibile accedere al file robots.txt ed era piuttosto complicato inserire delle meta descrizioni per ciascun articolo così come si fa in Wordpress tramite plugin quali All in One SEO Pack.

PREFERENZE DI RICERCA

Nella Bacheca, in Impostazioni trovate la nuova scheda Preferenze di ricerca, che a sua volta si compone di varie sezioni: 

  • Metatag
  • Errori e reindirizzamenti
  • Crawler e Indicizzazione

Esistono delle regole SEO per ottimizzare il posizionamento nei motori di ricerca  e questa nuova funzione viene incontro proprio a molte di quelle esigenze. 
Da default tutte le opzioni sono disattivate, dobbiamo quindi cliccare su Modifica per la loro attivazione. 
In Metatag > Descrizione possiamo inserire la descrizione del blog che apparirà sotto ai link nei risultati di ricerca.
Dopo aver pigiato su Modifica si mette la flag su  e si digita la descrizione del sito che al massimo potrà contenere 150 caratteri, contro i 500 di quella presente nelle Impostazioni > Di base. Dopo questa impostazione vi conviene eliminare la descrizione inserita direttamente nel modello perché sarebbe ripetitiva. Si va su Salva Modifiche per rendere effettive le nuove impostazioni. 

Reindirizzamenti personalizzati 

Adesso si possono anche impostare dei redirect andando su Reindirizzamenti personalizzati > Modifica:
Se per esempio c'è un post che non ci piace più, che tratta di argomenti sorpassati o che potrebbe fuorviare i lettori, si può impostare il redirect automatico di questo articolo verso un altro post più recente o verso la homepage. Cliccate su nuovo reindirizzamento e inserite nella prima riga l'URL del post di partenza quello di arrivo nella seconda, poi cliccate su Salva.
In futuro farò dei test per vedere se sia possibile impostare dei redirect anche per dei post che avessimo eliminato e che risultino Non Trovati negli Strumenti per Webmaster messi a disposizione da Google (Bacheca per Webmaster)

Ricordate che in Reindirizzamenti personalizzati sono supportate solo le pagine del blog e non dei nuovi indirizzamenti verso siti esterni. 
L'altra opzione di Reindirizzamenti è Pagina personalizzata non trovata. In pratica se qualcuno sbaglia a digitare l'URL di una pagina del vostro sito o clicca su un link rotto si aprirà una pagina con il classico codice 404 - la pagina richiesta non esiste:

Adesso si può personalizzare questo messaggio anche andando su Pagina personalizzata non trovata > Modifica.
Si possono incollare fino a 10.000 caratteri per creare pagine personalizzate per l'errore 404 estremamente originali. Non è difficile, bisogna copiare e incollare i codici HTML nell'apposito spazio.
Potete inserire dei link diretti alla homepage e ad altri post particolarmente interessanti. E' anche possibile inserire delle immagini oppure scrivere un semplice messaggio di testo che invita i visitatori a non lasciare il Blog per ''LAVORI IN CORSO''.
Oppure potreste giocare con Codici di stato HTTP, scrivendo 503 - il server non è temporaneamente disponibile e così via...

Ovviamente dipende tutto dalla vostra abilità con il linguaggio HTML. Comunque esistono degli editor HTML free, poi c'è sempre Windows Live Writer

Crawler e Indicizzazione

L'ultima sezione Crawler e Indicizzazione per il momento vi consiglio di lasciarla perdere perché eventuali modifiche possono incidere profondamente sul modo in cui viene mostrato il vostro sito nei risultati di ricerca.

In futuro approfondiremo questa funzione che vi permette di modificare il file robots.txt.

I tag di intestazione robot personalizzati consentono di indicare ai web crawler di non indicizzare determinate sezioni del tuo sito
Ad esempio, se selezioni la casella corrispondente a "nofollow" nella sezione "Home page", significa che non vuoi che i web crawler considerino eventuali link nella tua home page che conducono a qualsiasi altra pagina. Per questo Blogger ti avvisa di muoversi con cautela!

EDITOR DI BLOGGER  DESCRIZIONE E TAG IMMAGINI

Se avete abilitato la descizione in Impostazioni>Preferenze di ricerca>Metatag quando aprirete l'Editor di Blogger si visualizzerà sulla destra il nuovo pulsante Descrizione della ricerca. Per ciascun articolo che viene pubblicato è possibile inserire una descrizione in modo che venga visualizzata nelle ricerche. 
Dovete solo cliccare sull'icona a forma di lente d'ingrandimento e poi su Completato. Questo aiuterà Google a scegliere il giusto snippet da mostrare sotto al link. Col nome di snippet, letteralmente "ritaglio", intendo dei  frammenti ed esempi di testo. Ho anche notato che la descrizione si visualizza anche quando l'articolo è condiviso su Facebook.
Si possono inserire le metadescrizioni anche ai post già pubblicati per renderli più attrattivi in chiave SEO. Se si pubblica con WLWsi può sempre riaprire il post e aggiornarlo dopo aver aggiunto la descrizione magari per condividerlo in automatico anche su Google Plus.

TAG DI INTESTAZIONE

Un buon titolo esprime l'idea generale dei contenuti che lo seguono e può essere utilizzato dai motori di ricerca per ricavare l'argomento del post. 
Direttamente dall'Editor di Blogger puoi inserire dei tag relativi per evidenziare le parti del contenuto più meritevoli di attenzione da parte dei motori
Imposti i titoli e sottotitoli come "header" (intestazione) e il motore di ricerca saprà che il testo che hai selezionato rappresenta un riepilogo di ciò che hai scritto.

Vi sono alcuni tag di intestazione che puoi aggiungere al tuo testo la cui unica funzione è definire la gerarchia delle intestazioni e modificare la dimensione del carattere di conseguenza. Ecco ad esempio un elenco di intestazioni (dal più grande al più piccolo).
  • <h2> il primo titolo sull'argomento generale
  • <h3> un sottotitolo
  • <h4> il sottotitolo al di sotto del sottotitolo

Per impostare il testo come intestazione, basta evidenziare il testo nell'Editor dei post e fare clic su "Titolo" (<h2>), "Sottotitolo" (<h3>) o  "Titolo minore" (<h4>) nella barra degli strumenti. Se vuoi, puoi verificare il codice HTML che hai aggiunto facendo clic sulla visualizzazione HTML.

PROPIETA' DELLE IMMAGINI

Concludo con quella che è forse la novità più interessante in chiave SEO per coloro che sono soliti usare l'Editor di Blogger per postare gli articoli
Fino a oggi non era possibile inserire in modo semplice i tag Title e Altfondamentali per la corretta indicizzazione delle immagini.
Ora invece basta cliccare sull'immagine nell'Editor di Blogger e selezionare Proprietà per aggiungere i tag.

UTILIZZO DI "nofollow" PER LINK SPECIFICI

"Nofollow" consente di inviare ai motori di ricerca l'istruzione "Non seguire i link presenti in questa pagina" o "Non seguire questo link".
Nofollow può essere inserito in automatico quando si crea un collegamento attraverso l'Editor. Basta mettere una flag su Add rel=nofollow che si trova sotto all'altra opzione per far aprire il link in un'altra finestra. 
L’attributo rel=”nofollow” blocca il trasferimento del PageRank attraverso quel particolare link. Non crea più un aumento del PageRank che viene trasferito agli altri link presenti nella pagina. Il PageRank “bloccato” ora cade all’interno di un “buco nero”.
Questo contribuirà a mantere il rank delle pagine su cui è applicato, ma non aiuterà il rank delle altre – e questo è uno dei motivi per cui i webmaster utilizzano questa tecnica sui link interni.
  
Quindi nofollow va usato quando non si vuole trasferire il Page Rank alla pagina che è stata linkata
E' utile soprattutto, quando abbiamo dei dubbi sui contenuti del sito a cui abbiamo messo il collegamento riguardo alla presenza di contenuti per adulti, alla violazione di copyright o perché abbiamo il sospetto della presenza di malware
Per quest'ultimo caso vi consiglio di scaricare l'estensione free Click&Clean per Browser e Pc, che al di là degli articoli vi protegge da Malware e Badware!



Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Followers