SOGNI e IMMAGINAZIONE

SOGNI e IMMAGINAZIONE
Divagazioni di sogni e parole in salsa d'immaginazione

martedì 29 aprile 2014

Borse di studio per 104 Giovani per digitalizzare le imprese italiane

104, 52, 6, 6000...diamo i numeri? 

No queste sono le cifre del nuovo bando per l’assegnazione di borse di studio all’interno del progetto Made in Italy: Eccellenze in Digitale.

Oggi arriva, Insieme a Unioncamere l'annuncio del bando per l’assegnazione di 104 borse di studio a giovani che per 6 mesi opereranno all’interno di 52 Camere di Commercio con il compito di affiancare le piccole e medie imprese nel percorso verso la digitalizzazione.
L’iniziativa, che è parte del progetto “Made in Italy: Eccellenze in Digitale”, ha il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, si inserisce all’interno della campagna e-Skills for jobs della Commissione Europea e si propone come naturale proseguimento del progetto pilotaDistretti sul web realizzato con successo nel corso del 2013. 

Obiettivo?

Formare laureandi o neolaureati in grado di favorire la digitalizzazione delle PMI di oltre 50 aree in cui sono stati individuati prodotti di eccellenza del Made in Italy.
Portare l’economia italiana nel digitale non significa snaturare l' economia nazionale e abbandonarne i settori di punta. 

Significa utilizzare Internet come fattore abilitante, come mezzo per ampliare e far crescere il business delle imprese.
 Come ha fatto Alano Maffucci, 72 anni, fondatore di Le Aule una delle oltre 8500 imprese coinvolte nel progetto pilota dello scorso anno. 
Potete scoprire alcune delle storie delle aziende che hanno preso parte al progetto nel 2013 su www.eccellenzeindigitale.it.
I giovani selezionati nel progetto riceveranno una borsa di studio di 6.000 euro e, dopo un percorso formativo realizzato da Google e Unioncamere, anche in collaborazione con l’Agenzia Ice, aiuteranno le imprese dei territori a sfruttare le opportunità offerte dal web per far conoscere, nel mercato interno e a livello internazionale, le eccellenze del Made in Italy. 

Non è tutto: dei 20 giovani selezionati lo scorso anno, 12 hanno già trovato un posto di lavoro in linea col proprio profilo e, in qualche caso, di respiro internazionale, oppure hanno scelto di dar vita a una start up innovativa.
Niente male vero?
In bocca al lupo! ( crepi...)
Fonte: +Google Italia BLOG

Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Followers